La memoria e le vittime

Io un post così sulla memoria non saprei farlo, davvero.

Le due immagini parlano delle vittime, di ieri e di oggi. Soltanto.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in ISRAELE - PALESTINA e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

6 risposte a La memoria e le vittime

  1. omicu ha detto:

    Giusto rilevare che le vittime della pazzia umana spesso sono sempre i più indifesi…

    Il militante

  2. giannitos ha detto:

    Ma non era solo pazzia, era qualcosa di peggio, difficile da definire. Qualcosa che ci riguarda da vicino tutti, anche chi si sente innocente o addirittura immune.

  3. oshoosho ha detto:

    E’ una pazzia latente…..ogni tanto rispunta fuori con nuovi Olocausti. Alain

  4. omicu ha detto:

    OT: con la politica per il momento ho chiuso. Deludente l’esperienza politico-amministrativa di qualche anno fa, deludente la situazione di scontro totale nel mio partito. Però mi sto impegnando in una associazione culturale locale che mi procura svariate soddisfazioni…

    Il militante

  5. anonimo ha detto:

    Mi dispiace — ma questa volta non sono d’accordo con te. Accostare la Shoah e l’oppressione dei Palestinesi e’ sbagliato e fuorviante. Non perche’ Israele non abbia colpe terribili. Ma perche’ in Palestina non e’ in corso un genocidio — non c’e’ alcun tentativo di cancellare fisicamente un popolo.
    E mescolare le carte non e’ utile a capire, non fa bene ne’ alla memoria ne’ alla liberazione degli oppressi.

    Angelo

  6. giannitos ha detto:

    Io non volevo accostare o paragonare le vittime della Shoah con le vittime(dai profughi ai morti) causate dalla creazione dello stato di Israele.
    E’ vero, il mio post era ambiguo a causa del solito “vizio” della sintesi, che in questo caso è risultato particolarmente pernicioso.
    Volevo dire un’altra cosa, che ho accennato in una risposta precedente ai commenti.
    ” Ma non era solo pazzia, era qualcosa di peggio, difficile da definire. Qualcosa che ci riguarda da vicino tutti, anche chi si sente innocente o addirittura immune.”
    Ecco quello che volevo dire: nemmeno le vittime dell’olocausto sono immuni dall’essere causa di grandi sofferenze ad un altro popolo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...