Dedemitizzazione
Non ho mai avuto particolare simpatia per l’onorevole Ciriaco de Mita. E’ stato un potente padrone della Democrazia Cristiana, un uomo di gran potere. Ha avuto tentazioni di semplificazione della democrazia politica (robetta, tuttavia, di fronte alle leggi elettorali di oggi, quelle che considerano il pluralismo come il male assoluto…), ha governato a lungo – da ministro, da leader Dc, da premier – usando largamente quello strumento usuale nell’attività politica di trenta anni fa, che era il clientelismo di massa. Ha moltissimi difetti De Mita, varie colpe, però ha anche alcuni meriti, e sicuramente il suo nome, a buon diritto, sta tra i 10-15 nomi delle persone che hanno costruito e guidato la democrazia italiana nell’ultimo mezzo secolo. De Mita non è un uomo qualsiasi. (…)
Oggi il Partito democratico caccia De Mita. Gli dice che non lo vuole più come parlamentare. Vi stupirò, ma la cosa un po’ mi indigna. Il motivo ufficiale dell’esclusione è che De Mita è stato troppe volte deputato. Il Pd ha deciso che il limite è tre legislature. Però ha anche deciso che si faranno 20 o 30 eccezioni a questa regola. Per chi? Per i personaggi di spicco. Esistono nel Pd addirittura 20 o 30 persone che hanno una biografia più di spicco di quella di De Mita? Ne dubito. E allora la decisione dell’esclusione temo che abbia motivi diversi da quelli detti, ed evochi scenari non belli. De Mita è stato escluso perché è un rompicoglioni. E perché è vecchio, ha 80 anni. Nel Parlamento non può sedere nessun vecchio? Oddio, è un ragionamento che assomiglia un po’ a quello di Storace che voleva cacciare Rita Levi Montalcini. C’è un problema , un’esigenza di fare spazio ai giovani? Può darsi. Però possono tutti i saggi del Pd trascorrere una intera giornata a spiegarmelo, ma io non crederò mai che la sapienza di Matteo Colaninno – che ho conosciuto proprio l’altra sera e che è un giovane pulito e simpatico – offuschi quella di De Mita. Non mi piace molto lo sberleffo per i vecchi e l’irrisione della storia.
(Sansonetti oggi su Liberazione)
Fra le tante cose che non mi piacciono del Pd, questa mi ha colpito: perchè è una operazione d’immagine ma anche un modo per liberarsi del passato, con tutto quello che significa, nel bene e nel male.
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...