Chador e foulard

Sto fumando un sigaro all’ombra e parlo con Beppe, facciamo progetti per una spedizione a El Rocio, fra un annetto. Vedo avanzare quattro ragazzine: due hanno lo chador, una no ma è quasi sicuramente araba, la quarta è bionda, italiana e sta spiegando alle altre un piatto (si fa una specie di frittata …) e continua mentre  le seguo con lo sguardo; le altre sembrano interessate. Mi dispiace di non avere la macchina fotografica e penso a quanto mi piace questa mescolanza, di facce e culture, di lingue e cucine.

Qualche giorno fa pensavo al foulard, non ricordo più perchè; certo è che il foulard è sparito e ora c’è il chador.

<aggiornamento>

E intanto al Cairo Barack Obama :

Sono onorato di trovarmi nell’antichis­sima città del Cairo, ospite di due illu­stri istituzioni. Da un millennio Al-Azhar rappresenta un faro di cultu­ra islamica e da oltre un secolo l’uni­versità del Cairo è fonte e stimolo di progresso per l’intero Egitto. Insieme, queste due istitu­zioni incarnano un sodalizio tra sviluppo e tra­dizione. Vi ringrazio della vostra ospitalità, e dell’accoglienza del popolo egiziano. Sono inoltre fiero di portare con me la buona volon­tà del popolo americano e un saluto di pace da parte delle comunità musulmane del mio pae­se: Assalaamu alaykum! («Che la pace sia con voi», ndr).

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...