Crostini ai fegatini

Per Natale, dopo molto tempo, ho fatto i crostini ai fegatini di pollo.

Come è ovvio ci sono diverse ricette, ma quella più comune contempla l’utilizzo – oltre ai fegatini e i cuori, se graditi – della cipolla, i capperi, l’acciuga e il brodo. Se invece dello strausato mixer si ha la pazienza e la capacità di usare la mezzaluna per tritarli, il risultato sarà tutt’altro.

Interessante confrontare tale ricetta con le tre dell’Artusi.

I crostini di fegatini di pollo ( n. 110)  sono fatti con scalogno (o cipollina bianca), grasso di prosciutto, prezzemolo, sedano e carota, un poco d’olio e di burro, sale e pepe, funghi secchi rammolliti ,brodo, un pizzico di pangrattato fine e un po’ d’agro di limone.

I crostini di fegatini di pollo con la salvia ( n. 111) richiedono cipolla, prosciutto grasso e magro, salvia, sale e pepe,  farina, brodo, parmigiano grattato. Poi il pane con il composto viene passato nella farina e nell’uovo e fritto in padella.

I crostini di fegatini e acciughe (n. 115) senza altri ingredienti, solo pepe e niente sale.

La mia ricetta sembra quasi un mix di quelle artusiane, in nessuna delle quali però ci sono i capperi. Ma l’Artusi al n. 108 da una preparazione di crostini di capperi, con uva passolina, pinoli, candito, zuccero e aceto; il classico gusto dolce e forte.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in a tavola e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...