I giovani, Napolitano e noi

Ammettiamo per semplicità che da una parte ci siano i giovani (ventenni-trentenni) e dall'altra gli adulti (ultraquarantenni). Dico ammettiamo perchè è ovvio che fra tali giovani c'è un certo numero di persone adulte, cioè autonome da diversi punti di vista (e fra tali adulti ci sono persone poco o punto autonome).

In questa realtà schematica come dobbiamo comportarci noi adulti nei confronti dei giovani, o meglio cosa possiamo dire e fare ?
Nel discorso di fine d'anno del Presidente della Repubblica (dedicato ai giovani ma rivolto a tutti) c'è un passaggio che mi sembra importante: Investire sui giovani, scommettere sui giovani, chiamarli a fare la propria parte e dare loro adeguate opportunità. Possono apparire slogan e in parte lo sono, ma è giusto, anzi indispensabile, dire ai giovani di fare la propria parte.
Non chiedete (soltanto) cosa il vostro paese può fare per voi, chiedete cosa voi potete fare per voi stessi, si potrebbe dire parafrasando JfK.

Ci sono cose da fare per i giovani, ad esempio rendere il lavoro meno precario e allo stesso tempo sfatare il sogno del posto pubblico. Ma c'è forse sopratutto bisogno di un cambiamento di mentalità (una rivoluzione culturale, si sarebbe detto una volta), in primis per noi adulti/genitori: i nostri figli li aiutiamo davvero se consentiamo loro di guadagnare ogni giorno un po' di autonomia da noi, di affrontare ostacoli, di impegnarsi nello studio (che è fatica), di conquistarsi le cose che desiderano. Anche di accettare un lavoro inferiore alle loro aspettative, senza rinunciare ad una prospettiva migliore. Di non farsi alibi delle difficoltà economiche (che ci sono, ma c'erano anche per noi) per rimanere nel grembo accogliente della famiglia d'origine, rinviando di anno in anno la scelta di farsi una propria famiglia, di fare figli. Per diventare genitori (e smettere di essere figli) serve consapevolezza ma anche coraggio e pure un po' di incoscienza.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...