Il mio Marocco

Il Marocco che ho visto sta in qualche modo fra queste due foto di animali, scattate negli ultimi giorni.

 

La prima ad Essaouira: gli uccellini mangiano tranquillamente dai sacchi di granaglie, l’uomo del negozio li lascia fare; Momo dice a Dona di lavare il riso, prima di cucinarlo. Questo è il Marocco che mi piace, tranquillo e tollerante, un po’ arcaico.

La seconda sulla strada che unisce Marrakesh a Essaouira: le capre vengono messe sugli alberi e tenute legate per tutto il giorno, in modo che i turisti si fermino a fotografarle (a pagamento). Questo è il Marocco sciupato dal turismo e dal virus della stupidità.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Fotografia, sì viaggiare e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Il mio Marocco

  1. anonimo ha detto:

    Ma è davvero una cosa di una stupidità da lasciare senza fiato! Ciao, Mario (milton)

  2. foglia ha detto:

    povere capre.
    avevo immaginato fossero salite sull'albero per paura, a prima vista.
    e invece.

    ciao,

    g.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...