Beaujolais e latte fermentato

L’ultima tappa del viaggio è stata Anse, nella regione geografica del Beaujolais; è stato per caso, cercavamo un camping ci siamo trovati lì.

Così ho scoperto che era una provincia ante Rivoluzione e ora (come il Chianti classico) a cavallo di due dipartimenti.

Ho scoperto che non esiste solo il Beaujolais noveau, ma molti vini, come ci sono molti Chianti.

E il latte fermentato ? domanderanno i miei quattro lettori.

In Bretagna la F. aveva comprato per errore il Lait Ribot (detto anche Babeurre); poi in un supermercato francese ho trovato il Laben (Lben), un latticello fermentato che ho conosciuto in Marocco, ottenuto da latte cagliato da  cui viene estratto il burro. Il Lben e il Babeurre sono molto simili per consistenza, gusto e modalità di fabbricazione.

E dal Lben mi è venuto pensato (come dicono a Pietrasanta) che sul blog non ho ancora parlato della mia esperienza del cibo in Marocco. A un prossimo post.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in a tavola, sì viaggiare e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Beaujolais e latte fermentato

  1. tittidiruolo ha detto:

    le esperienze con il cibo.. un argomento per un libro..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...