Si salvi chi può ?

Ieri a Fahrenheit si parlava di nuovo di librerie indipendenti che non ce la fanno. Neanche la legge Levi sul limite agli sconti pare aver dato una boccata d'ossigeno: ed è verosimile, perchè il problema è complesso.
Partiamo dai dati
In Italia esistono circa 3000 librerie, ma …sono poco più di 2100 quelle che trattano la cosiddetta varia, di cui 710 librerie di catena editoriali (Marchio editore) e 1390 librerie indipendenti (grandi, medie, piccole e catene di operatori indipendenti). Negli ultimi 4 anni, le catene sono aumentate di circa 140 unità, le librerie indipendenti sono diminuite di circa 150 unità (nel 2006 erano oltre 1550).
(…) L'andamento delle quote di mercato … è il seguente:
Librerie indipendenti 39,2%
Catene editoriali 39,8%
Gdo (grande distribuzione) 16,3%
Librerie online 4,7%

Secondo gli editori dal 2007 al 2010 le librerie online hanno aumentato le vendite (in valore) del 24,5%, a fronte di un aumento medio di circa il 3%.
Questi dati non dicono niente della dimensione delle librerie c.d. indipendenti, che vanno dai book-supermarket alle piccolissime: ma è facile immaginare che la diminuzione dei punti vendita (10% circa) riguarda i piccoli.

I librai che parlano a Fahrenheit si preoccupano giustamente della loro sorte ma le idee non vanno molto al di là del si-salvi-chi-può. Entro qualche anno le piccole e medie librerie oltre a fronteggiare i megastore, le vendite online e la grande distribuzione dovranno affrontare gli assalti degli eBooks.

Io penso che si tratti di rimboccarsi le maniche per dare ai lettori quello che i grandi non danno  (in particolare la consulenza) e specializzarsi (libri di viaggio, libri per ragazzi, arte e spettacolo), anche parzialmente.
Se qualcuno pensa di continuare a sopravvivere con i libri scolastici dovrebbe pensare che anche qui l'editoria digitale farà passi da giganti: gli editori scolastici sono già al lavoro  e qualcuno pensa di sfruttare bene le nuove tecnologie.
Non è lontano il giorno del ritorno alla tavoletta (non più cerata) e della fine degli zaini zeppi di libroni e quadernoni.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in ebooks, Senza categoria e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...