La sposa promessa

la-sposa-promessa-fill-the-void

Titolo un po’ banale per questo film straordinario (Fill the void è l’originale). Straordinario non tanto perchè è un bel film (per me lo è) ma soprattutto perchè ti catapulta in un altro mondo, quasi alieno. Il mondo degli ebrei ultra-ortodossi ( a Tel Aviv) visto dalla regista Rama Burshtein, 45 anni, divenuta ultra-ortodossa a 25 anni.

La trama è semplice: ” La diciottenne Shira – Hadas Yaron, coppa Volpi a Venezia – ha appena intravisto il promesso sposo, nel reparto latticini del supermercato. La sorella muore di parto, i piani bruscamente cambiano. Bisogna accasare il vedovo, peraltro fascinoso, perché il bambino rimanga a portata di suocera.” sintetizza bene la Mancuso.

Ma è l’ambiente degli ultra-ortodossi il vero protagonista: un pugno nello stomaco. La famiglia di Shira (nella foto), i parenti, gli amici, i conoscenti, il rabbino: tutti si muovono all’interno di quel mondo chiuso e soffocante, con i suoi riti e i suoi abiti antichi, i matrimoni combinati. Da vedere, il primo film che racconta dall’interno gli ortodossi.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in al cinema. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...