Due giorni,una notte (non molto per salvarsi)

Dopo diversi film deludenti finalmente uno che mi ha entIMG_0862.JPGusiasmato: più che ci penso e più che mi convince.
La piccola faticosa odissea di Sandra certo non è facile da guardare; il film dei fratelli Dardenne non ha niente di consolante, ma la speranza fa capolino come il sole fra le nubi.

Sandra è appena uscita (non benissimo) da un periodo di depressione e assenza dal lavoro  e si ritrova sull’orlo del licenziamento. I suoi compagni di reparto sono stati messi davanti a una scelta: se lei sarà licenziata riceveranno un bonus di mille euro. Due colleghi la convincono a parlare con gli altri, nel fine settimana, per chiedere loro di aiutarla.

Questa è la sua odissea fatta di delusione e incoraggiamento, passi avanti e fughe, fra accettazione e rifiuto (con tutte le gradazioni intermedie). Sandra non raggiungerà la sua Itaca, ma alla fine il suo sarà un viaggio di salvezza: per lei in primo luogo, ma non soltanto.  Da vedere assolutamente.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in al cinema. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...