Pride

pride

 Bello, bellissimo, questo Pride del quasi esordiente Matthew Warchus: uno dei migliori dell’ultimo anno. Assai convincenti gli attori, la storia è dura ma in certi passaggi la tensione si scioglie e il pregiudizio viene meno (o quasi); alla fine la solidarietà trionfa.

Altri film visti di recenti: The Imitation Game (discreto); Il sale della terra di Wenders (non amo particolarmente la fotografia in situazioni estreme di Salgado); Il ragazzo invisibile di Salvatores (carino ma più adatto ai ragazzi, per me); Un sapore di ruggine e ossa (ripescato in TV, discreto).

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in al cinema, alla voce Cultura. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...