Elogio della vasca da bagno


Fare il bagno nella vasca è di destra, far la doccia invece è di sinistra – cantava Giorgio Gaber. In questo allora sono di destra.

– Davvero bella la vostra cucina – 
– Eh sì, è l’unica cosa che ho deciso io, in tutta la ristrutturazione – dice lui.
Ecco a me successe la stessa cosa con la vasca da bagno. Su quella fui irremovibile. Perché sì, normalmente, va bene la doccia: ma ogni tanto, soprattutto d’inverno, un bel bagno ci vuole.

Sì lo so che ci vuole tanta acqua. Ma c’è chi sta mezz’ora sotto la doccia, senza far nomi, e usa più acqua di quella che serve per un bagno. Qualcuno poi faceva (e forse fa ancora) quello che chiamava, se non erro, bagno svevo: in due con la stessa acqua, prima l’uno e poi l’altro.

Insomma io non rinuncerei mai alla vasca da bagno, potendo scegliere; anche perché vi si può fare la doccia ma non viceversa. Talvolta uso la vasca come un mini-hammam: insaponarsi a lungo e strofinarsi con un guanto ruvido, usando acqua a temperature diverse lo trovo assai stimolante. Ah l’hammam ! uno dei molti bei ricordi dei miei viaggi in Marocco.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in alla voce Cultura, fissazioni&idiosincrasie, varie ed eventuali. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...