La storia, la scuola e la vita 

  

I bambini e gli adolescenti nel sistema concentrazionario nazista. L’argomento proposto dalla prof è tosto e la classe è multietnicissima e assai turbolenta. Ma l’insegnante è brava, severa e comprensiva, competente e appassionata.

Tratto da una storia vera Una volta nella vita (Les Héritiers) è un bel film: per noi adulti (soprattutto genitori e insegnanti) e per gli adolescenti. La presa di coscienza della Shoah è centrale nel film; ma il significato più profondo riguarda la scuola, quello che è e quello che potrebbe essere: ciò che può diventare se trovi l’insegnante giusto. 

In otto anni di scuola dell’obbligo c’è chi non ha avuto fortuna. Insegnanti mediocri, per lo più, o peggio; qualcuno  didatticamente più capace. Nessuno che ti fa scattare la voglia  di imparare e di capire, la passione per qualcosa; la consapevolezza che lo studio è fatica e pure sofferenza ma che può essere qualcos’altro, che ti cambia la vita. Speriamo nel futuro. 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in al cinema, alla voce Cultura, e la scuola ?, la memoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...