Ho visto in giro una Y10

  

Ho visto per strada una Autobianchi Y10: capita di rado di vederla in giro. Mi è venuta voglia di recuperare un pezzetto di storia dell’automobile e ho scoperto molte cose che non sapevo.

Quando fu immessa nel mercato, nel 1985, la Y10 montava il nuovo motore Fire della FIAT;  Autobianchi era ormai solo un marchio del gruppo FIAT-LANCIA. Il motore Fire sarebbe poi stato montato sulla UNO e sulla PANDA e su molti altri modelli del gruppo fino ai nostri giorni.

L’Autobianchi era nata nel 1955 per iniziativa di FIAT, PIRELLI e BIANCHI, che produceva biciclette dal 1855 e dal 1899 anche motocicli e autovetture (fino alla seconda guerra mondiale). Nel 1958 la Autobianchi viene ceduta ai soci con lo stabilimento di Desio (già di proprietà BIANCHI) dove l’anno precedente era iniziata la produzione della Bianchina. Nel 1968 la Autobianchi sarà assorbita da FIAT S.p.A. e per qualche anno nello stabilimento di Desio verranno trasferite parti di lavorazione di alcuni modelli Fiat, la 126 e la Panda. L’azienda torinese manterrà il marchio fino al 1995; l’ultimo modello prodotto, la Y10, fu commercializzato all’estero con il marchio Lancia, più conosciuto e prestigioso.

  
La primogenita Bianchina dunque era nata su telaio e meccanica della FIAT 500 (messa sul mercato pochi mesi prima) di cui rappresentava la versione di lusso (prezzo rispettivamente 565.000 e 490.000 lire). Fu prodotta fino al 1969 in 320.000 esemplari; la 500 fino al 1975 in oltre 4 milioni di esemplari.

  
Poi ci fu la Primula, prima auto a trazione anteriore in casa FIAT, di cui non ricordavo l’esistenza. Fu prodotta dal 1964 al 1970 in 76.000 esemplari. Inizialmente montava il motore della Fiat 1100 D, poi quello della 124. Nel 1969 uscirà la 128, prima auto a marchio FIAT con la trazione anteriore. 

  
Il 1969 fu l’anno della A112, nata per contrastare il successo della MINI Innocenti, prodotta in Italia dal 1965 su licenza della Morris. La FIAT disponeva nella stessa categoria della 850 (nata nel 1964 come evoluzione della 600) che non poteva competere con la novità rappresentata dalla MINI. La A112 ebbe subito un grande successo e fu prodotta fino al 1986 in 1.250.000 esemplari. Essa servì alla FIAT anche come sperimentazione sul campo in vista della uscita della 127 nel 1971. Comprai la 127 nel 1978, in occasione della nascita del mio primo figlio: e ne fui molto soddisfatto, della macchina e pure del figlio. La 127 fu prodotta fino al 1987 in oltre 5 milioni di esemplari. 

Nel 1985 viene presentata la Y10, ancora col marchio Autobianchi, in sostituzione della A112. Sarà prodotta fino al 1995 in 1.300.00. E così si chiude il cerchio con la mia visione. Anzi qui inizia un’altra storia, quella della LANCIA Y, diretta discendente della Y10: nata nel 1995, sostituita dalla Ypsilon nel 2003; nel 2011 esce la nuova Ypsilon, tuttora in auge.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...