L’Istituto degli Innocenti e il museo

Sono stato al Museo degli Innocenti – aperto dal giugno 2016 – che  occupa una parte del grande edificio costruito nella prima metà del ‘400 su progetto del Brunelleschi per ospitare i trovatelli. L’Ospedale (poi Istituto) degli Innocenti era ancora un grande orfanotrofio quando lo conobbi, alla fine degli anni ’60. L’edificio di piazza SS. Annunziata ospitava allora i bambini più piccoli; quelli in etá scolare erano alla Torraccia, una grande villa a San Domenico (oggi sede della scuola di musica di Fiesole).

Sapevo che il museo comprende una parte storica e una galleria di opere d’arte: il mio interesse era tutto per la storia dell’istituzione e sono rimasto un po’ deluso. La cosa più interessante è l’ultima saletta del percorso storico, dove si trovano gli oggettini lasciati insieme ai bambini nella “ruota”, soprattutto allo scopo di ritrovare i figli in futuro. In questa stanza ci sono alcuni monitor dove si leggono le biografie di alcuni bambini (5 o 6 per secolo) tratte dall’archivio. Dalla storia dei trovatelli emerge la realtà delle balie a cui i lattanti venivano affidati: spesso trascurati o maltrattati, i bambini morivano prima di ritornare, svezzati, all’Ospedale. Non di rado venivano “prestati” a famiglie ricche, per “mantenere” il latte alla balia assoldata, in attesa della nascita del bambino; poi erano restituiti. I più fortunati – quelli che sopravvivevano ai disagi e alle malattie-  venivano dati in adozione a famiglie che potevano garantire il loro mantenimento e l’istruzione. Alcuni bambini venivano ripresi dai genitori le cui mutate condizioni di vita lo rendevano possibile. A fianco di ciascuna biografia è evidenziato e sviluppato uno degli aspetti o dei problemi connessi alla realtà della istituzione. Non ho letto tutte le storie: ritornerò per farlo. 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in alla voce Cultura, genitori&figli, varia, varie ed eventuali. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...