Archivi del mese: marzo 2017

Adoro i Queen (e le donne con il velo)

Il 28 marzo del 2017 è un giorno speciale, per me. A Firenze si proietta, una tantum, questo interessante docufilm. E su Rai5, per la serie Discovering Music, ci sono proprio loro, i Queen. Qualche giorno fa mi ero detto … Continua a leggere

Pubblicato in A come Arte, alla voce Cultura, di musica, non è mai troppo tardi | Lascia un commento

Quel treno per Otranto

Lecce è quella meraviglia di cui ho già parlato e a cui non mi stanco di tornare. Credo che ci vivrei volentieri, anche perché intorno c’è il Salento.  Lecce è anche il terminale meridionale delle rete ferroviaria italiana in Puglia: … Continua a leggere

Pubblicato in alla voce Cultura, camminare stanca, sì viaggiare | Lascia un commento

Mi ritorni in meeente …

  Ieri sera, percorrendo il viale Petrarca diretto a Porta Romana, mi trovo davanti la mia prima 500 L; cioè non proprio lei ma uguale. La mia era targata FI 48…, era della primavera del ’69: avevo 18 anni, quasi … Continua a leggere

Pubblicato in la memoria, sì viaggiare | Lascia un commento

C’era una volta la bachelite 

Praga, autunno 1969: è passato poco più di un anno da quella estate in cui la Primavera di Dubček si tramutò in un freddo inverno. Nella nostra camera c’era un telefono simile a questo, massiccio, di bachelite: non so come … Continua a leggere

Pubblicato in alla voce Cultura, in Italia e nel mondo, la memoria | Lascia un commento

un morceau du Maroc

L’economia aziendale in prima superiore è un po’ come l’arabo per un giapponese: i ragazzi non hanno la più pallida idea di cosa sia un’azienda nella realtà, a meno che l’insegnante non provi a dargliela, anche solo con quel magico … Continua a leggere

Pubblicato in a tavola, alla voce Cultura, in Italia e nel mondo, varia | Lascia un commento

La filosofia, la vigna e i tartufi

Il principale interesse della filosofia è mettere in questione e comprendere idee assolutamente comuni che tutti noi impieghiamo ogni giorno senza pensarci sopra. Uno storico può chiedere cosa è accaduto in un certo tempo del passato, ma un filosofo chiederà … Continua a leggere

Pubblicato in alla voce Cultura, padri e fratelli, varia | Lascia un commento

Apologia del calzino corto

In principio era il calzettone, con i pantaloncini all’inglese. Poi furono sempre calzini lunghi, per un inevitabile pregiudizio borghese: il calzino corto è volgare, con qualsiasi pantalone. Magari niente calzini, nella stagione calda, ma mai corti.  Poi, diversi anni fa … Continua a leggere

Pubblicato in la memoria, varie ed eventuali | Lascia un commento