Infernicchio


Mi ha sempre inquietato Fellini eppure – forse proprio per questo – non ho mai visto un suo film; anzi stavo pensando di farlo, ma ora…
C’è qualcosa di felliniano in questo posto, che mi inquieta o peggio.
La spiaggia e il mare sono quello che sono: c’è perfino il recinto per cane e padrone, col lettino e l’ombrellone (per il padrone).

img_1779
E poi ci sono gli hotel, a centinaia; qui qualsiasi pensioncina è un hotel e le strade sono tutte viali, anche i vicoli.
Sul lungomare un’ interminabile teoria di hotel di bell’aspetto; in seconda e terza fila sono più fitti e un po’ pretenziosi, nelle stradine interne alberghetti e albergucci uno addosso all’altro.

Ma la notte, la notte il lungomare è quasi buio e disabitato; e la strada che corre parallela – ai miei occhi – ha l’aspetto di un girone infernale e la vitalità di un lunghissimo manicomio a cielo aperto. Negozi di tutti i generi, luna park, migliaia di persone che rimangiano, bevono e comprano;  e poi auto, moto, biciclette, pulman, skateboard. Un caos indescrivibile, molti stranieri, gente di tutte le età e di tutte le razze.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in in Italia e nel mondo, sì viaggiare, varie ed eventuali. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...