Archivi categoria: a tavola

A Dudda

Guido, i’ vorrei che tu e Lapo ed io fossimo presi per incantamento e messi in un vasel, ch’ad ogni vento per mare andasse al voler vostro e mio; Una bella giornata insieme a Sergio S. Paolo P. e Luciano … Continua a leggere

Pubblicato in a tavola, alla voce Cultura, la memoria | Lascia un commento

Piatti “stranieri”

A Firenze tra i vari piatti stranieri (di nome) c’è pure la zuppa lombarda: pane casalingo, fagioli con la loro broda, olio buono e pepe, se gradito. Era tanto tempo che non la mangiavo, eppure è semplicissima da fare e … Continua a leggere

Pubblicato in a tavola, alla voce Cultura | Lascia un commento

Elogio della tajine

Di ritorno dal Marocco, dove la tajine si mangia spesso e volentieri (almeno nel sud), ne ho fatta una, dopo tanto tempo. Non conosco nessun metodo di cottura così essenziale per determinare il risultato finale come la tajine. Voglio dire … Continua a leggere

Pubblicato in a tavola, alla voce Cultura, varia | Lascia un commento

Una giornata particolare

Pranzo marocchino con proiezione delle foto del viaggio, con i ragazzi della E. Un gruppetto ben assortito: Chiara B, Sergio S, Paolo P, Manu B, Manuelina, Fabio G. Si parla tranquillamente, c’è un ottimo clima. Protagonisti il couscous e la … Continua a leggere

Pubblicato in a tavola | Lascia un commento

Ma cos’è questo aglione ?

Ho fatto i pici all’aglione, utilizzando una pasta artigianale (prodotta in quel di Grosseto) che si avvicina abbastanza ai pici caserecci. Aglione: pensavo che il termine si riferisse alla quantità di aglio da mettere nella salsa di pomodoro. E invece … Continua a leggere

Pubblicato in a tavola, alla voce Cultura | Lascia un commento

Del Savore (e dell’agresto)

Oggi al calar del sole sono stato in vigna a coglier l’uva acerba per fare il Savore. Non è stato facile perché quest’anno l’uva non è ancora matura ed è già dolce: e invece deve essere aspra, sennò non è … Continua a leggere

Pubblicato in a tavola, alla voce Cultura, la memoria | Lascia un commento

Biella e poi

I miei vicini di campeggio sono simpatici e beneducati: padre e madre con due figlie. Sono biellesi, non avevo mai conosciuto nessuno di Biella. E poi hanno una roulotte, in questo paese di camperisti (anch’io lo sono stato, ma alla … Continua a leggere

Pubblicato in a tavola, alla voce Cultura, sì viaggiare | Lascia un commento