Archivi categoria: la memoria

A Dudda

Guido, i’ vorrei che tu e Lapo ed io fossimo presi per incantamento e messi in un vasel, ch’ad ogni vento per mare andasse al voler vostro e mio; Una bella giornata insieme a Sergio S. Paolo P. e Luciano … Continua a leggere

Pubblicato in a tavola, alla voce Cultura, la memoria | Lascia un commento

Stilicone ed io

Nell’annus Domini 406 vicino a Fiesole l’esercito romano sotto il comando di Stilicone sconfisse le truppe germaniche dell’ostrogoto Radagaiso, fermando una pericolosa invasione. Per mezzo secolo ho percorso la strada panoramica che collega Fiesole alla via Faentina, passando dal luogo della … Continua a leggere

Pubblicato in alla voce Cultura, la memoria, sì studiare | Lascia un commento

1971, Il segno del comando

Sto guardando su RaiPlay Il segno del comando, sceneggiato televisivo (oggi si chiamerebbe miniserie) andato in onda sulla Rai nel 1971. “Il segno del comando” è probabilmente il più importante sceneggiato della storia della Rai. Andò in onda in 5 … Continua a leggere

Pubblicato in alla voce Cultura, la memoria, sul piccolo schermo | Lascia un commento

Tempo di presepi

Non sopporto i presepi con ambientazione immaginaria, eppure per la maggior parte sono così. Edifici, oggetti, personaggi che con la Palestina dei tempi di Gesù non hanno niente a che fare. Ricordo che i nonni facevano un grande presepe piuttosto … Continua a leggere

Pubblicato in cose dell'altro mondo, la memoria, varia | Lascia un commento

Valentina e le sorelle

Alla radio ho sentito Sveva Casati Modigliani che parlava della sua Olivetti Valentine. Non ricordo di averne sentito parlare (ma la mia memoria non fa testo): eppure sono vissuto nell’epoca delle macchine da scrivere, meccaniche e poi elettriche. E così … Continua a leggere

Pubblicato in alla voce Cultura, la memoria | Lascia un commento

Profumo di donna 

Ripensando a Lei non mi pare poi così strano che Theodore si innamori di Samantha, voce femminile sintetizzata dal computer di ultima generazione con caratteristiche umane. Lo dico perché ogni tanto mi capita di essere affascinato da una voce femminile alla radio … Continua a leggere

Pubblicato in al cinema, alla voce Cultura, la fantasia e non solo, la memoria | Lascia un commento

Campanellino

Il nonno Cesare raccontava che un suo amico nella Topolino aveva un campanellino (un optional si direbbe oggi) che segnalava il raggiungimento di una velocità (40 km/h mi pare). Non so come funzionasse, certamente era un marchingegno meccanico. Mi torna … Continua a leggere

Pubblicato in la memoria | Lascia un commento