Archivi categoria: Richard Yates

Carol 

Quando – poco prima di andare al cinema – ho cotto gli spinaci, non potevo immaginare che il mio gesto mi sarebbe apparso poi quasi un presagio. Al primo appuntamento Carol (imitata da Therese) ordina uova in camicia con spinaci, … Continua a leggere

Pubblicato in al cinema, la memoria, Richard Yates | Lascia un commento

Revolutionary Road alla radio

              Accendo la radio su Fahrenheit e lo riconosco subito, è lo stupendo romanzo di Richard Yates (uno dei numi del mio piccolo personale Pantheon) letto da Paola Pitagora per Ad Alta Voce (il … Continua a leggere

Pubblicato in al cinema, Richard Yates, segnalibri | Lascia un commento

My loved Dick, again

Ogni volta che apro la newsletter di Minimum Fax spero di trovare un nuovo libro del mio amatissimo Richard Yates. E pochi giorni fa è successo: Proprietà privata. Racconti inediti è la raccolta delle short stories  non ancora pubblicate in Italia (questo, penso, … Continua a leggere

Pubblicato in Richard Yates, segnalibri | Lascia un commento

Clint e Richard, due fra gli yankees che preferisco

Film da vedere: Hereafter, La donna che canta e soprattutto Il discorso del re. E’ uscito un nuovo libro di Richard Yates, Bugiardi e innamorati (Liars in Love): sette racconti pubblicati insieme per la prima volta nel 1981, quasi vent’anni … Continua a leggere

Pubblicato in Richard Yates, segnalibri | Contrassegnato , , | 1 commento

Buone nuove Mentre seguo in tv la debacle del centrosinistra mi consolo con la notizia dell'uscita del nuovo libro di Richard Yates.

Pubblicato in Richard Yates, Senza categoria | Contrassegnato , | Lascia un commento

Una buona scuola

signore e signori, amici, yatesiani tutti, ho il piacere di annunciarvi che Una buona scuola è in tipografia. ed è bellissimo.   Farouche | May 11, 2009 (ndb – Farouche – la traduttrice – su Anobii- Richard Yates Group forum)

Pubblicato in Richard Yates, Senza categoria | Contrassegnato , | Lascia un commento

Buio completo per RR nella notte degli Oscar Nemmeno una statuetta minore al film di Mendes, che già partiva con pochissime nominations;  mi dispiace soprattutto per lo straordinario Michael Shannon. Uno si potrebbe consolare in qualche modo con l' Oscar … Continua a leggere

Pubblicato in Richard Yates, Senza categoria | Contrassegnato , , | Lascia un commento