Archivi categoria: parole parole parole

Scrivere per benino

I messaggini di qualsiasi tipo hanno sostituito in buona parte le telefonate e anche le mail. Non è male, perché spesso sono più efficaci ed economici delle comunicazioni verbali. Però bisogna scrivere per benino. Cioè ognuno scrive come sa ma … Continua a leggere

Pubblicato in parole parole parole | Lascia un commento

Un vezzo, anzi due

Lucia usciva in quel momento tutta attillata dalle mani della madre. (…) Intorno al collo aveva un vezzo di granati alternati con bottoni d’oro a filigrana: portava un bel busto di broccato a fiori, (…) (A. Manzoni, I promessi sposi, … Continua a leggere

Pubblicato in parole parole parole | Lascia un commento

Viaggiando

Alla radio un ufficiale dei carabinieri dice che la donna era “intranea” al gruppo criminale. La parola mi è sconosciuta ma capisco che è il contrario di estranea. Poi cerco nel web e scopro che ha un preciso significato giuridico … Continua a leggere

Pubblicato in alla voce Cultura, parole parole parole, varie ed eventuali | Lascia un commento

La buona lingua

La lingua italiana non sta per niente bene. Da radioascoltatore compulsivo mi succede spesso di sentire persone di buona cultura mettere il congiuntivo dove non va (che è peggio di non usarlo quando ci vuole), scegliere preposizioni a casaccio (tipo … Continua a leggere

Pubblicato in alla voce Cultura, parole parole parole | Lascia un commento

Facebook ed io

… Facebook mi aveva stancato da tempo, sia per la quantità di interazioni che mi sentivo chiamato a gestire sia, soprattutto, per una questione di design. Il coacervo di immagini e parole, l’abbondanza di notifiche, l’attenzione spasmodica al tempo presente, … Continua a leggere

Pubblicato in alla voce Cultura, di blog, parole parole parole | Lascia un commento

Chi paga ?

Nella puntata odierna del programma La lingua batte di Radio3 (rubrica Accademia di arte grammatica) l’esperta spiega la differenza fra andare in pensione e andare a pensione. Già che c’era poteva dire qualcosa sulle due accezioni della parola: nel primo … Continua a leggere

Pubblicato in alla voce Cultura, parole parole parole, segnalibri, varia, varie ed eventuali | Lascia un commento

La grammatica è stata fatta per l’uomo, non l’uomo per la grammatica

Vado in un agriturismo vicino a Caserta, domani. Non mi piace vicino Roma, vicino Lugano e perciò non lo uso; ma si può dire che è un errore grammaticale ? Qualche settimana fa, a La lingua batte su Radio3, un’esperta lo condannava senza … Continua a leggere

Pubblicato in alla voce Cultura, parole parole parole | Lascia un commento