Archivi categoria: A come Arte

Fragile tour

Qualche settimana fa ho visto Pretiosa vitrea la bella mostra su l’arte vetraria antica in corso al Museo archeologico di Firenze. Oggi continua il viaggio nel vetro con il Museo del cristallo a Colle Val d’Elsa e il Museo del … Continua a leggere

Pubblicato in A come Arte, alla voce Cultura, varia | Lascia un commento

Adoro i Queen (e le donne con il velo)

Il 28 marzo del 2017 è un giorno speciale, per me. A Firenze si proietta, una tantum, questo interessante docufilm. E su Rai5, per la serie Discovering Music, ci sono proprio loro, i Queen. Qualche giorno fa mi ero detto … Continua a leggere

Pubblicato in A come Arte, alla voce Cultura, di musica, non è mai troppo tardi | Lascia un commento

Mazara del Vallo

Ho deciso di dividere i miei giorni in Sicilia fra Palermo (perché non c’ero mai stato) e Mazara (senza una ragione precisa, per istinto). Sono luoghi molto diversi e entrambi molto belli. In comune hanno lo straordinario intreccio di storia … Continua a leggere

Pubblicato in A come Arte, a tavola, alla voce Cultura, camminare stanca, la Sicilia, sì viaggiare | Lascia un commento

Cronache palermitane. Terzo giorno

Del terzo giorno mi è rimasto nel cuore San Giovanni degli Eremiti, a un tiro di schioppo da Palazzo dei Normanni. Ieri l’abbiamo trovato chiuso e così ci siamo tornati apposta: ne valeva la pena. “I Normanni che instaurarono la … Continua a leggere

Pubblicato in A come Arte, a tavola, alla voce Cultura, camminare stanca, la Sicilia, sì viaggiare | Lascia un commento

Cronache palermitane. Giorno due

Palermo ha l’aspetto di una capitale, anche se lo è stata per brevi periodi della sua storia. Questa è la prima impressione. Cammino per il Cassaro, percorro via Maqueda, guardo il Palazzo dei Normanni, i cento palazzi spesso fatiscenti, la … Continua a leggere

Pubblicato in A come Arte, a tavola, alla voce Cultura, camminare stanca, la Sicilia, sì viaggiare | 1 commento

La Vucciria prima e dopo

«Bruciare gli archivi della Santa Inquisizione! Bruciare così tre secoli, come niente; tre secoli che ci vuol altro che una fiammata per cancellarli; un patrimonio, una ricchezza che apparteneva a tutti: e a noi, alla nostra classe, in particolare…». «Deus, … Continua a leggere

Pubblicato in A come Arte, a tavola, alla voce Cultura, camminare stanca, la Sicilia, sì viaggiare | Lascia un commento

Cronache palermitane. Giorno uno

Levataccia antelucana, ma per andare in Sicilia si fa questo e altro. Atterrati all’aeroporto Falcone e Borsellino auto a noleggio e via nel traffico: l’Anna si conferma ottima guidatrice; e la Ale è la Ale. Appare subito chiaro che le … Continua a leggere

Pubblicato in A come Arte, a tavola, alla voce Cultura, camminare stanca, la Sicilia, sì viaggiare